"My philosophy is to have a really good time and never to let anything stop me from doing what I want to do."





(P) (1994-1998) Disques Dreyfus
©  (1997-1999) RCS Libri S.p.A.

CD

jazz & dintorni
Michel Petrucciani


    1. Charlie Brown (Petrucciani)
    2. Looking (PetruccianiUp)
    3. Besame Mucho (Consuelo Velasques)
    4. She did it again/Take the "A" train/She did it again (Petrucciani-Strayhorn)
    5. Little piece in C for U (Petrucciani)
    6. Guadeloupe (Petrucciani)
    7. Brazilian like (Petrucciani)
    8. Radio dial/These foolish things (Petrucciani-Strachey-Maschwitz)
    9. Even mice dance (Petrucciani)
    10. Manhattan (Petrucciani)
    11. Sinmply bop (Petrucciani)
    12. Hub art (Petrucciani)


1,9,10 Michel Petrucciani (p); Dave Holland (cb); Tony Williams (batt);
       The Graffiti String Quartet: Vincent Pagliarin, Nicolas Krassik (vl);
       Pierre Lemarchand (vla); Vincent Courtois (vlcello)
2,3,4,7,8 Michel Petrucciani (p)
5 Michel Petrucciani (p); Stéphane Grapelli (vl); George Mraz (cb);
       Roy Haynes (batt)
6 Michel Petrucciani (p); Bob Brookmeyer (tbne, arr); Anthony Jackson (cb);
       Flavio Boltro (t); Stefano Di Battista (sax); Steva Gadfd (batt
11,12 Michel Petrucciani (p); Eddy Louiss (ham)


La vita è stata crudele con Michel Petrucciani e tuttavia egli l'ha ricambiata amandola intensamente. Fino all'ultimo l'ha cantata con passione, ne ha scoperto le intime dolcezze, ne ha esaltato gli aspetti più nascosti. Ma l'epilogo della sua storia purtroppo è stato tragico. Il piccolo, grande pianista francese è infatti scomparso appena trentaseienne il 6 gennaio 1999, stoncato da un'infezione polmonare.



zurück